lunedì 10 novembre 2008

Messaggio di servizio per Loredana Morandi

Gentile signora Morandi,
mi dispiace davvero che il suo bassissimo QI unito ai suoi ormai troppo ischemici neuroni la portino a pensare che ogni singola parola che vien fuori da questo blog sia frutto di qualcun altro.
Gliel'ho già spiegato migliaia di volte, ma lei pare non capire ed io non ci posso far niente.
Circa due mesi fa mi sono presentata a lei con educazione e rispetto per la sua persona. Le ho chiesto gentilmente delle cose a cui non ha voluto rispondere. Mi piace essere obiettiva, quindi le stesse domande che ho rivolto a lei le ho fatte alle persone coinvolte nelle sue "indagini" le quali mi hanno fornito informazioni e prove concrete sul fatto che lei dica un mucchio di cazzate.
Persino andando a ritroso nel tempo, quelle cazzate di cui lei forse aveva rimosso l'esistenza dal suo ormai poco funzionante cervelletto son venute fuori e l'hanno obbligata a fare i conti con il passato.
Lei dice di indagare? Indago anch'io! Lei può permettersi di diffamare e calunniare chiunque e nessuno le fa niente? Lo posso fare anch'io! Lei può permettersi di pubblicare nomi, foto, indirizzi e quant'altro delle sue vittime? Lo faccio anch'io.
E se dice "Non è giusto" a quello che faccio io, lo dirà in automatico a se stessa. Se sto compiendo un reato IO, allo stesso modo lo sta compiendo LEI. E se non ne paga le conseguenze lei, non vedo perchè dovrei pagarle io.
Si renda conto, vecchina ischemica, che sto parlando al singolare: Io, Dunadicacca, Nina77...nessun altro!
Questa situazione se l'è creata lei con le sue manine ingiallite dalle troppe sigarette, questo giochino del "giornalista investigatore" l'ha cominciato lei e so farlo anch'io. Ora, nel momento in cui farà finire il gioco lo farò finire anch'io.
Io posso percularla ancora per anni con tutto il materiale raccolto da internet, lei è costretta a pubblicare sempre i soliti deliri e ad attaccarsi a patetici vittimismi. Io non minaccio, io non rivendico, nessuno mi paga o mi fa il lavaggio del cervello per pubblicare le mie idee, perchè io al contrario di lei ho una personalità e soprattutto una coerenza.
Può citare il S**** quando scrive su Yumeshima, il Meloni quando scrive su Sessochannel, Maxifasso quando scrive su L'interno dell'Agnello e citi ME, Nina77 quando deve citare Dunadicacca.
Dei suoi figli non me ne sbatte un emerito cazzo. La foto l'ha pubblicata LEI su Bloggerperlapace e se avesse voluto avrebbe provveduto a disabilitare la funzione del copia visto che vanta anche esperienza come webmaster, se davvero avesse tenuto alla sua privacy.
Le piace giocare con la privacy e la vita degli altri? Ora è arrabbiata che venga tirata in ballo la sua? Ora si spiega cosa si prova ad essere sputtanati nel web e nella vita reale? Amor con amor si paga...doveva aspettarselo.
Risponda alla semplice domanda: è una bella sensazione quella di svegliarsi al mattino e pensare come prima cosa "chissà che altro avranno scritto di me sui blog"?
Se la sua risposta è no, allora e solo allora avrà capito quanto male ha fatto e sta facendo (in nome del pacisfismo e dei valori cristiani!) a dei poveri innocenti. Se la risposta e sì vuol dire che lei è una persona laida che non merita alcuna pietà. E non tema il giudizio di un tribunale, pensi al giudizio di quel Dio in cui dice di credere.


Nina77

5 commenti:

maxifasso ha detto...

Piccollo appunto tecnico: Anche se disabilitava la possibilità di scaricare le immagini con il click destro del mouse e affini, tutto il contenuto sarebbe finito della cache del browser, comunque.

Se ci teneva alla privacy del figlio, non pubblicava la foto.

Third Eye ha detto...

La pic poteva prenderla pure con screenshot anche se usava scriptino flash o altro, cmq sicuramente era meno immediato ed accessibile.

A parte questo, inutile parlare da adulto con una bambina viziata che vuol fare tutto e non accetta che lo facciano altri... Penso si sviluppi attorno ai 10 anni quella che è detta la regola aurea dell'etica.

Con lei non ha funzionato o ha rimosso, non so...

Mi sa che sia freneticamente liete che si scriva su di lei, cmq...

Dunadicacca ha detto...

Piccolo appunto: all'immagine mi ha portato lei direttamente con i suoi link su giustizia quotidiana, come ci sono arrivata io ci potevano arrivare tutti. Non sono protette da alcun tipo di copyright e IO ho almeno avuto la decenza di coprirgli gli occhi...
E questa sarebbe la supermamma? Anna Maria Franzoni a confronto è un angioletto...

Third Eye ha detto...

Dopo mesi che dice che era giornalista perché ha messo una foto con lei che teneva un microfono, non oso immaginarmela con imbarazzanti calzamaglie e "S" stilizzata sul petto mentre si atteggia come se volesse volare dal pianerottolo e vedere dentro le case dei vicini (ovviamente pedofili) :s...

Anonimo ha detto...

La Franzoni... chissa' se si becchera' i trent'anni di gabbio. Mi piacerebbe che
la raggiungessero Taormina per epistaggio delle indagini e la Satragni per aver
osato dire, in un'aula di tribunale, nel corso di un processo per INFANTICIDIO che
la testa del piccolo Samuele poteva essersi rotta per il troppo pianto